Caldaie a condensazione: per saperne di più Voto non presente

Tra le caldaie di ultima generazione in commercio abbiamo la caldaia a condensazione. Questa è una caldaia nella quale si ha la condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico. In questo modo si ha il recupero del calore latente di condensazione e di conseguenza maggiore efficienza energetica rispetto ad una caldaia tradizionale.

Perché scegliere le caldaie a condensazione?

Lo scopo principale della caldaia è quello di fornire calore all’acqua che scorre nei radiatori o altri elementi per il riscaldamento. Per garantire un notevole risparmio energetico, la temperatura dell’acqua in ingresso ad una caldaia a condensazione deve essere inferiore rispetto alle caldaie convenzionali. Rispetto alle caldaie convenzionali, i fumi che vengono emessi e scaricati non sfruttano il tiraggio naturale del camino.

Essi vengono espulsi attraverso un ventilatore inserito a monte del bruciatore. I consumi di una caldaia a condensazione possono essere più bassi fino al 20-30% in meno rispetto a una caldaia di tipo tradizionale, a patto però di non trascurare la manutenzione dell’impianto.

Un altro vantaggio delle caldaie a condensazione di ultima generazione è che possono essere combinate con l’azione di un sistema solare termico per la produzione di sola acqua calda sanitaria.

Risparmio energetico ed ecosostenibilità

La combustione che avviene all’interno delle caldaie condensazione (in cui la miscela aria-gas è realizzata completamente all’interno del dispositivo ventilatore, controllato elettronicamente, che la soffia in modo diretto sul bruciatore) assicurano un rendimento costante in tutto il range di funzionamento della caldaia, garantendo così risparmi energetici impossibili da ottenere con bruciatori atmosferici di tipo tradizionale.

Per ottenere la massima resa del calore dei fumi di scarico, è necessario che questi vengano in contatto con superfici più fredde, in modo che possano trasmettere il loro calore e raffreddarsi. Per fare ciò, l’acqua di ritorno dall’impianto di riscaldamento viene convogliata in tubi e fatta passare in uno scambiatore di calore a contatto diretto con i fumi di scarico.

Praticamente minore è la temperatura dell’acqua di ritorno, migliore è l’efficienza di questa caldaia.

La caldaia a condensazione è la scelta giusta per chi vuole ottenere la massima resa da un impianto che offre un notevole risparmio energetico e minori emissioni nocivi rispetto alle caldaie tradizionali.

vota